Pini e le «tasse che tornano indietro»

Ieri sera leggo questa notizia sul sito del Giornale:

“Io non mi sento italiano”. In onda alla Zanzara, su Radio24, Gianluca Pini, leghista vicino a Bobo Maroni, ammette i suoi poco patriottici sentimenti. Pini non soltanto non si sente italiano, ma non si sente neppure “deputato della Repubblica italiana”, piuttosto un “deputato della Lega”.

Istintivamente decido di porre a Pini, su Twitter, la stessa domanda che gli avevano posto in trasmissione Cruciani e Parenzo: perché non rinuncia all’indennità da parlamentare, se non si sente un deputato della Repubblica italiana?

La risposta di Pini è la prima di un serrato – e surreale – dibattito sul social network di cui riporto di seguito i passaggi salienti:

La risposta non soddisfa alcuni utenti, che decidono di inserirsi nella conversazione: chi osservando che quel ‘ritorno’ ha un’origine ben precisa:

e chi chiedendo un’equa redistribuzione, cui Pini non reagisce con particolare eleganza:

Il deputato leghista, tuttavia, è abile a rovesciare una mia osservazione – costretta in 140 caratteri – che intendeva significare che fare il deputato non dovrebbe essere (solo) una questione di soldi, ma (anche) di orgoglio per il ruolo che (potenzialmente) si riveste nel fare il bene comune (più che il proprio):

La precisazione diventa l’occasione per cercare di capire l’argomento di Pini, che al momento mi è ancora oscuro:

E per ribadire che una domanda è sempre legittima:

Senza girarci troppo intorno:

A questo punto l’argomento di Pini è un po’ più chiaro, ma non per questo meno fallace:

A quest’ultima osservazione l’Onorevole Pini non ha risposto.

6 pensieri su “Pini e le «tasse che tornano indietro»

  1. io vivo in lombardia, a Milano e perchè solo ai deputati leghisti tornano nelle loro tasche le tasse, mentre agli altri abitanti della lombardia non torna indietro un beato ca..o? e poi mica risulta che quel tornato indietro viene ridistribuito ai lombardi di lega e non. Restano nelle tasche dei lumbard-deputat, o NO?

  2. @fabio – Se Pini avesse avuto argomento valido lo avrebbe espresso – Rimane la tua domanda iniziale – anch’io mie la sono sempre fatta ,verso coloro che a parole si esprimono pari ai Leghisti -loro non si sentono Italiani ma Padani,pero’ accettano di farsi lautamente pagare dagli Italiani (tutti)

  3. A quest’ultima osservazione l’Onorevole Pini non ha risposto.

    Perché è un’osservazione stupida: se Pini rinunciasse all’indennità, se si dimettesse da deputato, o se la Lega Nord non avesse più parlamentari a Roma forse che le tasse diminuirebbero?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...