Sono tutti uguali

Oggi temo l’ipotesi «sono tutti uguali» abbia trovato sostenitori in settori dell’opinione pubblica che fino a ieri la ritenevano un’esagerazione. Ancora peggio, temo le ragioni di quell’ipotesi siano oggettivamente più forti. Questo è un problema per tutti, uguali e diversi, ma ha responsabilità ben precise. E non sono in chi quell’ipotesi la sostiene, ma in chi – fatti alla mano, non teorie – la dovrebbe falsificare. E invece, quotidianamente la dimostra.

Cari partiti, o cambiate radicalmente o finirete travolti, e – se quello che ho cercato di capire in questi mesi ha senso – noi con voi. Però finitela di legittimare il dubbio che eliminarvi sia davvero l’unico cambiamento possibile: è giocare con un fuoco che se divampa non si controlla.

Advertisements

2 pensieri su “Sono tutti uguali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...