L’antipolitica di Formigoni

A pensarci bene, l’argomento di Roberto Formigoni («simul stabunt, simul cadent») equivale a dire: che ci siano 14 indagati – di cui uno per rapporti con la ‘ndrangheta – o meno è ininfluente rispetto al «patto» tra due forze politiche (in questo caso, Pdl e Lega Nord). Perché il patto deve durare laddove ci siano (Lombardia) e laddove non ci siano (Piemonte e Veneto). Di conseguenza, non importa nulla – per quel patto – il contenuto delle accuse. Basta un rimpasto, e si riparte da zero, come niente fosse. Se non è antipolitica questa, non so cosa lo sia.

(E sì, per quanto si affanni a smentire – o forse anche per questo – assomiglia proprio a un ricatto; politico, ma ricatto)

 

Advertisements

2 pensieri su “L’antipolitica di Formigoni

  1. Eh sì, per quanto il “celeste” si affanni a difendersi attacando, come una vipera calpestata, dimostra solo quanto sia attaccato al potere, da non poterne evidentemente farne a meno. E ha dimostrato abbondantemente quale sia il concetto di moralità, pubblica e privata, di certi cattolici in politica, soprattutto quelli che assurgono alle più alte cariche e pretendono addirittura di essere “memores Domini”….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...