Iran, Gmail e Yahoo di nuovo censurati

Come già denunciato durante le scorse settimane – e in seguito confermato da Google – il ricercatore freelance Amin Sabeti segnala su Twitter che in Iran nuovamente «tutti i protocolli SSL non funzionano, e gli utenti non possono accedere a Gmail, Yahoo, etc.» Inoltre, aggiunge, sarebbero inaccessibili strumenti per aggirare la censura come virtual private networks (VPNs) e TOR.

Altre notizie poco confortanti sul fronte della libertà di espressione, raccolte in giornata su Digital Dissidence, vengono da Canada, Inghilterra e Siria.

Advertisements

Un pensiero su “Iran, Gmail e Yahoo di nuovo censurati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...