Perché la Lega si è rimessa a sbraitare.

Ma se non usasse i fischietti in Aula, se non esponesse striscioni con scritto «governo ladro», se non avesse rispolverato il parlamento padano e giurato di battere moneta padana, se non urlasse al colpo di Stato, se non minacciasse lo sciopero fiscale, se non dicesse a Monti di dimettersi perché altrimenti i tartassati lo vanno a prendere a casa, se un suo deputato non avesse parlato a Montecitorio con gli abiti da operaio di fabbrica – se non avesse sparato insomma tutte queste cartucce dell’armamentario secessionista-populista-folkloristico, chi avrebbe notato la Lega, ora che è una forza di opposizione isolata che si aggira intorno all’8%?

Nessuno. Per questo alza la voce: per farsi notare. Non è una strategia politica, ma mediatica. E di sopravvivenza, non di rilancio. Se fosse vero il contrario, si impegnerebbe per completare il federalismo, non per ottenere una fantomatica indipendenza di cui non si capisce nemmeno il significato. E per garantirsi i voti necessari a farlo, invece di inimicarsi l’unico partito (il Pdl) che potrebbe davvero darglieli.

E’ il triste destino di chi, dopo essere stato sotto la luce dei riflettori, si accorge di essere uscito dal cono di luce. E, resosi conto di non avere una seconda chance né il talento che serve per riguadagnare la scena, si mette a urlare e strepitare come morso da una tarantola. Così ci costringe a guardare, ancora per un attimo. Prima di lasciarlo nel buio, ai suoi fantasmi.

Annunci

6 pensieri su “Perché la Lega si è rimessa a sbraitare.

  1. poveri Lumbard…che fine di bla,bla,bla !!!

    Penso che gli è rimasto solo lo starnazzare…e tuttavia anche quel 8% di cui parli, mi pare un modo per capire il disagio di chi ancora non si rassegna alle stupidaggini oltre alle illusioni sull’ indipendenza di cui essi sono oggetto e prigionieri di questi pseudo dirigenti e mangioni dei denari di RomaLadrona.

    Calderoli poi…un cesellatore di zolle; pardon non intendo offendere i lavoratori dei campi.

    Buone feste a tutti!

  2. Pingback: Perché la Lega si è rimessa a sbraitare. « Il Malpaese

  3. Pingback: ilNichilista: Perché la Lega si è rimessa a sbraitare. | Tr3nta

  4. E’ anche una questione politica.

    Nel senso che il fare l’opposizione, e il farlo in questo modo, era l’unico modo per ricompattare i ranghi di un partito che stava disconoscendo la leadership di Bossi e si stava dividendo tra correnti.

  5. “si batte il petto perché lo si senta” scriveva Eduardo Galeano.
    solo questo può fare la lega, visto che si è giocata ogni credibilità come partito di governo nelle schifezze degli ultimi anni.
    tutto ciò che possono fare ora è questo urlare, almeno ottengono qualche minuto nei TG nazionali (cosa che invece non riesce -sempre sia lodato- agli altri politici). ma da qui a ripensare il partito e portare a casa il federalismo, ce ne passa!
    forse, riusciremo ad assistere anche alla fine della lega, almeno di questa lega…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...