Quelli in lutto per la morte di Kim Jong Il.

Solo per dire che un ex deputato ed eurodeputato (il comunista Marco Rizzo) che esprime «dolore» e presenta «condoglianze al popolo nordcoreano per la morte di Kim Jong-il», definito non dittatore sanguinario, non pluriomicida, non affamatore della sua gente, non responsabile di un sistema di prigionia e tortura che riguarda decine di migliaia di prigionieri politici, ma «guida della causa rivoluzionaria dell’ideologia Juche e del Partito, dell’esercito e del popolo della Repubblica Democratica Popolare di Corea» dovrebbe almeno trovare il coraggio di vergognarsi, di tanto in tanto – invece di accampare scuse patetiche come questa:

Annunci

8 pensieri su “Quelli in lutto per la morte di Kim Jong Il.

  1. Pingback: Battaglia ideologica durissima » Piovono rane - Blog - L'espresso

  2. Forse sono io che non ho capito, ma… io ero rimasto che un dittatore è comunque un dittatore a prescindere dall’ideologia con cui giustifica le sue nefandezze…

  3. Pingback: Kim Jong Il morto? Cordoglio da Cuba e da Marco Rizzo contro i "tifosi di sinistra" - Allnewz.it | Allnewz.it

  4. Ci sarebbe da dire che molti comunisti italiani, almeno quelli che si incontrano per strada sarebbero in disaccordo con un criminale del genere. Detto questo, però, emerge forse un tratto caratteristico del comunismo, questa sorta di trance da stordimento settarico per cui le cose arrivano più tardi (e non solo per effetto della marijuana). Una volta afferrato il concetto che anche i comunisti devono criticare Stalin perché era un genocida pari (e psicopatologicamente molto simile) a Hitler, ora deve giungere notizia che un personaggio che istituisce una città da 200000 persone che invece è un lager, forse è un dittatore e criminale contro l’umanità, punto.
    Il problema è che questo rivela un addattamento passivo, solo sulla sopravvivenza all’interno di un sistema sociale che col comunismo inizia a non voler avere nulla a che fare, e aggiungerei troppo tardi, grazie all’azione deleteria del PCI.
    Studiando alla Sapienza sono spesso in contatto con mentalità che hanno come riferimento i dettami del comunismo, e questo aspetto lo vedo nella totalità dei personaggi con cui sono entrato in contatto. Questo fa pensare che non esistano “proletari”, o peggio, “difensori dei proletari”, ma semplicemente personaggi che vogliono disperatamente il potere, non importa sulle spalle, o peggio, sul sangue di chi.

  5. Pingback: Kim Jong Il morto: bravo Marco Rizzo, finalmente si è fatto notare dalla Corea del Nord - Allnewz.it | Allnewz.it

  6. Pingback: Rizzo, dolore per la morte di Kim Jung il. Polemica su internet | Frontiere

  7. Pingback: Corea del Nord: decrescita e lotta all’inquinamento luminoso | Niccolò Caranti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...