Paolo Villaggio non è morto, e l’Ansa non c’entra.

Da qualche ora circola in rete la bufala della morte di Paolo Villaggio. L’attore, fortunatamente, è vivo e vegeto. E false notizie di questo tipo non sono certo una novità (si veda per esempio il caso dello scorso gennaio, riguardante Lino Banfi). Tuttavia c’è un elemento di originalità, in questa vicenda: la convinzione, molto diffusa sui social media e non solo, che la colpa della bufala sia da attribuire a un lancio, poi corretto, dell’agenzia Ansa. Questo post diventato virale su Facebook, documentato da La Stampa, lo testimonierebbe:

Ma è un’altra bufala. Prima di tutto, non c’è alcun lancio Ansa sulla morte di Villaggio. In secondo luogo, perché è molto semplice per un buontempone fabbricare notizie fasulle da diffondere tramite Facebook. Basta infatti cambiare titolo, descrizione e sfruttare per l’immagine una di quelle disponibili per esempio nella homepage del sito dell’Ansa. Ecco il risultato, condiviso sulla mia bacheca Facebook:

Come riportano le cronache che incolperebbero l’agenzia di stampa, il link conduce proprio alla home di Ansa.it. Dove naturalmente non c’è alcuna notizia né sulla morte di Villaggio né su quella di Monti. L’Ansa semmai ha avuto il pregio di contattare tempestivamente il comico, accertarsi delle sue condizioni di salute, e smentire giustamente ogni coinvolgimento nella bufala. Come testimonia questo lancio delle 20.16:

Quindi questa volta gli organi di informazione tradizionali, spesso vituperati in circostanze analoghe, hanno fatto egregiamente il loro lavoro. Sono stati troppi utenti a essersi fidati, senza verificare la fonte, di testate online poco professionali. E di tanti altri utenti creduloni. Che hanno finito per mandare l’hashtag #Paolo Villaggio al primo posto dei trending topic su Twitter:

Attenzione, dunque: i troll sono sempre in agguato. E ne sanno una più del diavolo.

Advertisements

8 pensieri su “Paolo Villaggio non è morto, e l’Ansa non c’entra.

    • Non è una esclusività italiana. I troll son sempre abili nel creare scompiglio.
      Ha livello internazionale, mi ricordo quando una persone mise in giro falsi spoiler di Harry potter, con tanto di giornali che seguirono senza verificare.

  1. Pingback: Le Notizie nel Villaggio | Il Giornalaio

  2. perchè proprio P.Villaggio, poi ? forse volevano indicizzare ” i lavoratori della Fiat “, viste le incursioni devastanti di malchionne sul CCNL e sulla FIOM-CGIL, o NO?

    ps. CCNL= Contretto Colletivo Nazionale Lavoro
    FIOM = Federazione Impiegati Operai Metalmeccanici
    CGIL = Confederazione Generale Italiana Lavoratori

    Così, per non dimenticare…!!!

  3. Pingback: Anteprima Punto Informatico - manteblog

  4. Pingback: Anteprima Punto Informatico | Aggrega Blog

  5. Pingback: Blogger a caccia di bufale (su internet) « Webcartografie

  6. Pingback: Contrappunti/ Condividere ma non troppo « FreeYourMind!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...