Contro la crisi c’è Fiorello.

Il fatto che dodici milioni di italiani guardino ogni lunedì #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend mi ha incuriosito. Così ho deciso, alla terza puntata, di provare a guardare lo spettacolo di Fiorello. E ho avuto la chiara sensazione che dodici milioni di italiani guardino ogni lunedì #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend perché, come non a caso ha titolato Porta a Porta, «contro la crisi c’è Fiorello».

Un volto rassicurante, sorridente ma con garbo, che fa un format tradizionale, rassicurante, sorridente ma con garbo. Di quelli che hai visto da bambino con la Carrà. Di quelli che faceva Bonolis, forse – ma con meno eccessi. Una sorta di Fantastico 2011 infarcito di ospiti altisonanti ma inseriti con tempi e scalette improbabili, gag e canzoni che intermezzano altre gag e canzoni. Luci calde, ritmi lenti, un po’ villaggio vacanze e un po’ karaoke. L’ideale per non pensare. Nessuna novità che costringa le facoltà cognitive a sforzarsi di interpretare: qui è tutto immediato, emozione. Nessun pericolo tra una Carla Fracci e un Ennio Morricone che spuntano dal pubblico. L’imitatore che parla come Ornella Vanoni. Di nuovo un ospite. Di nuovo Fiorello.

Così ho finito per pensare che l’Italia di Fiorello assomigli all’Italia di Monti: vecchia, impaurita, immobile. Professionale, certo; impeccabile nel ruolo. Ma stantia. Dove ai giovani non resta che imitare i vecchi e sperare che, come in quello studio, il passato possa rivivere. Dove l’hashtag nel titolo basta a rivestire il tutto di una piacevole, solita modernità. Le lungaggini diventano atmosfera. La noia concentrazione. Le banalità memoria storica. E la crisi, per qualche ora, scompare.

Vespa dice questa fosse «la migliore delle tre puntate». C’è da credergli: lui che capisce e manipola il nazionalpopolare da anni, non può sbagliarsi. Allora forse mi sbaglio io, che continuo ad annoiarmi, giudicare, preoccuparmi. E, soprattutto, non capire.

Annunci

11 pensieri su “Contro la crisi c’è Fiorello.

  1. A molti dei giovani di cui leggo: per favore, finitela di lamentarvi, spremetevi il cervello, inventatevi qualcosa voi, da un lavoro a una trasmissione televisiva, ma basta con questi lamenti, quelli sì da vecchi.
    All’estero succede che i giovani facciano qualcosa da soli per costruire il loro futuro, invece che piangere su se stessi.

  2. Anche io ero curioso degli ascolti di Fiorello e stasera mi ci sono imbattuto… Non capisco: è da un’ ora che assisto ad una festa in famiglia ( moglie, mamma, fratello, storiella familiare) con gag scontate e, sinceramente, per niente coinvolgenti. Boh!!!

  3. Mi verrebbe da essere cattivo caro Fabio e commentare questo tuo post con: BELLA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA
    Ma non è colpa tua ed è inutile prendermela con tè…
    Forse scrive queste cose come lo facevo io sul mio blog (temporaneamente autocensurato) perchè lanche se possa sembrare banale la sensazione è di essere i soli e gli unici a capirlo e vederlo. In una valle popolata da nonvedenti ci si sente diversi in negativo e strani.

    L’ideale per non pensare !!! Ottimo il grassetto… è quello che secondo i più svegli (esagero basterebbe dire i meno lobotomizzati) è da sempre lo scopo della tv in italia salvo rarissime quasi estinte ecezzioni….

    E’ lo scopo della tv… mantenere lobotomizzata una nazione di zombie…

    Sei andato un pò più in profondità e hai detto: “Dove ai giovani non resta che imitare i vecchi”…
    …queta è la cosa che più mi spaventa, a volte penso vabbè l’italia ha i suo problemi anche perkè è vecchia, oggi c’è internet, prima o poi i vecchi andranno in un posto migliore e resteranno i giovani, però poi vedo i miei coetanei, i + giovani parlare solo della defilippi cn le galline che litigano in lingua strana e logica assente, dell’iphone, di facebook, di non avere la minima idea di cosa sia un pc, internet o da dove arrivi il loro più attual eprimo ministro…

    Quindi so che nulla cambierà. Mai.
    Lo dicevo da molto che il giorno che Berlusconi sarebbe schiattato di vecchiai si sarebbe potuto festeggiare un giorno ma poi tutto sarebbe rimasto uguale poichè lui non era la causa ma un sintomo.

    Non è salito al cielo, non è stato arrestato o deposto, è statop ricattato da investitori esteri ed è salito al colle per dimettersi a danni già fatti.

    Monti, Berlusconi, Bersani, sono solo nomi… sintomi… il nostro problema non sono loro… siamo noi…

  4. L’ammiraglia Mediaset in controprogrammazione offre il GF: un inno alla volgarità e al pressapochismo.
    Crisi o non crisi è normale che 12 milioni di persone si sintonizzino su un one man show con ospitoni e monologhi che saranno anche noiosi e visti cento volte ma fanno sentire lo spettatore medio meno cialtrone di quanto nn sia quando zappa su canale 5. Fantastico invece lo lascerei stare, era un signor varietà…che purtroppo non tornerà mai più. 😉

  5. Un saluto e un invito,
    vi anticipiamo che entro una decina di giorni (per il 10 dicembre) LOGGA tornerà definitivamente on line con una serie di innovativi aggiornamenti.
    LOGGA è la community multi-site basata su un codice in comune con wordpress che permette di CREARE INFINITI BLOG, siti o forum, in modo facile e Totalmente gratuito.
    E’ una community nata nell’agosto del 2010, una piattaforma interessante e manleabile. I suoi numeri: oltre 160 template gratuiti disponibili, 117mila pagine visitate ad aprile, gli utenti, associati al “ilportaledelbambino.net” sono prossimi ai 200.000 utenti mensili in aumento costante.
    VI ASPETTIAMO DOPO IL 10 DICEMBRE.

    Lo staff.

  6. Pingback: Alla fine Alfano ha deciso di sposare l’Agenda Fiorello | The Denial

  7. Addirittura FOSSE?
    “Vespa dice questa fosse «la migliore delle tre puntate»”.

    C M Q, Bonolis è ancora vivo e vegeto e continua imperterrito ad usare quando meno te l’aspetti sostantivi che pochi conoscono, intervallati da slang e slogan in romanesco, il tutto condito dalle sue urla.
    Impareggiabile, uh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...