Se l’ammazza-blog fosse legge.

Alessandro Capriccioli prova a esemplificare i risultati surreali, oltre che nocivi, del comma ‘ammazza-blog’ coinvolgendo un po’ di amici blogger. Riguardo al sottoscritto, Metilparaben scrive:

Fabio Chiusi ha la barba, l’ho incontrato lo scorso week end a Riva del Garda e ha un blog che si chiama “Il nichilista”

Questa la mia richiesta di rettifica, che Capriccioli sarebbe costretto a pubblicare come segue:

Fabio Chiusi mi chiede di pubblicare la seguente rettifica. Io ottempero, entro 48 ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia:

Le scrivo per comunicarLe che, ai sensi dell’art. 1 comma 29 della legge “Alfano” sulle intercettazioni, ritengo Lei abbia scritto cose «lesive della mia dignità» e «contrarie alla verità». In particolare, secondo Lei io avrei «la barba». Il che è falso, dato che l’ho tagliata stamattina e che, in ogni caso, Lei non aveva alcun diritto di menzionare pubblicamente il nostro incontro a Riva del Garda in cui, effettivamente, avevo «la barba». Le impongo pertanto, ai termini della succitata legge, di procedere entro 48 ore alla rettifica di quanto scritto. Mi premuro anche di ricordarle che ciò deve avvenire con gli adeguati criteri di visibilità previsti dalla normativa. Augurandole che possa leggere questa mail entro due giorni e che dunque non sia costretto a sborsare 12.500 euro, La saluto. Cordialmente, Fabio Chiusi.

Letto nel suo complesso, il post di Metilparaben – pur attraverso una sana ironia – dà un’idea di quanto assurda, complicata e pericolosa sarebbe la conversazione in rete se quel comma dovesse diventare legge.

3 pensieri su “Se l’ammazza-blog fosse legge.

  1. Caro Fabio, c’è di peggio.

    Sempre nel comma 29 del DDL intercettazioni, al paragrafo “C”, vi è una norma che ad opinione di molti esperti appare ancora più liberticida. Questa infatti stabilisce che “Per la stampa non periodica l’autore dello scritto, ovvero i soggetti di cui all’articolo 57-bis del codice penale, provvedono, su richiesta della persona offesa, alla pubblicazione, a proprie cura e spese su non più di due quotidiani a tiratura nazionale indicati dalla stessa, delle dichiarazioni o delle rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini o ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro reputazione o contrari a verità, purché le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto di rilievo penale. La pubblicazione in rettifica deve essere effettuata, entro sette giorni dalla richiesta, con idonea collocazione e caratteristica grafica e deve inoltre fare chiaro riferimento allo scritto che l’ha determinata”.

    Ma c’è di peggio ancora. La réclame. Quella che appare sui tuo Blog (di cui ovviamente tu non puoi conoscere il contenuto essendo questo automatizzato e, spesso, imposto dall’host) potrebbe essere da qualcuno ritenuta lesiva od offensiva nei termini e nei contenuti. Povero te, di questi banner o splash non hai il controllo, eppure legalmente sei te che la pubblichi e ne sei responsabile quindi basterebbe una richiesta di rettifica legata alla pubblicità per mandarti a carte quarantotto. Ergo, il comma 29 è anche un efficace ammazza-pubblicità-sul-web. Questa proposta di legge non è stata congegnata solo per ammazzare il dissenso politico, ma anche per ammazzare altri tipi di concorrenza. Chiedetevi cui prodest…

    Saluti.

  2. aggirabilissima in due modi

    1) blog anonimo su server non residenti in teritorio di nazione fascista…

    2) pubblicando la rettifica: “come richiesto da tizio rettifico che tizio non ha la barba” così chi ha più di 4 neuroni capisce che la notizia originale resta “ha la barba” anzi si aggiunge anche “ha la barba ma non vuole che lo si dica”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...