Nessuno fa le manovre come le facciamo noi.

«Credo di poter affermare che difficilmente un altro governo in Europa avrebbe potuto fare un lavoro come quello che abbiamo fatto noi»

Silvio Berlusconi, 13 agosto 2011

 

Riassumendo alcuni degli infiniti mutamenti della manovra-bis:

il 12 agosto conteneva anche

– contributo di solidarietà (raddoppiato per i parlamentari)
– abolizione delle province sotto i 300 mila abitanti
– festività infrasettimanali «non concordatarie» spostate a domenica
– via gli enti di ricerca e cultura sotto i 70 dipendenti
– tredicesima degli statali a rischio per amministrazioni che non abbiano centrato i risparmi attesi

Al 3 settembre, invece, tutto cambiato:

– via il contributo di solidarietà (tranne che per parlamentari – ma non è più doppio – e dipendenti pubblici)
– abolizione delle province rimandata all’approvazione di una legge costituzionale
– ripristino delle feste del 1 maggio, 25 aprile e 2 giugno
– restano gli enti di ricerca e cultura sotto i 70 dipendenti
– la tredicesima degli statali non è a rischio.

Nel mezzo alcune idee sono nate e morte nel giro di poche ore

– ulteriore prelievo sui capitali scudati (16 agosto)
– tfr in busta paga (17 agosto)
– scudo fiscale-bis (17-18 agosto)
– dismissioni del patrimonio dello Stato (19 agosto)
– modifica del contributo di solidarietà (con quoziente familiare; sopra i 200 mila euro)
– modulazione delle pensioni di «chi non ha mai lavorato» (25 agosto)
– intervento sul riscatto degli anni di leva e università nel computo delle pensioni di anzianità (29-30 agosto)

Mentre altre sono spuntate dal nulla dopo il 29 agosto

– eliminazione dei privilegi fiscali delle cooperative
– carcere per chi evade oltre 3 milioni di euro
– maggiorazione dell’Ires del 10,5% per le società di comodo
– pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi online

Ed è solo un riassunto. Senza contare che mancano ancora le puntate che ci separano dall’approvazione in Parlamento.

Per fortuna che la manovra andava modificata ma non stravolta (l’Europa non capirebbe, si è detto per settimane – e infatti non ha capito) e che l’imperativo doveva essere mostrare coesione per ridare fiducia ai mercati.

In effetti ha ragione Berlusconi: difficilmente un altro governo europeo avrebbe potuto fare un lavoro «come quello che abbiamo fatto noi».

Advertisements

4 pensieri su “Nessuno fa le manovre come le facciamo noi.

  1. Si in effetti lo pensiamo tutti , loro avrebbero fatto meglio , francesi,tedeschi,inglesi avrebbero fatto meglio li i cittadini non gli avrebbero permesso un parlamento come il nostro pieno di immondizia umana, immoralità , ignoranza e incapacità . Loro non avrebbero permesso che il figlio di Bossi prendesse 13K Euro Mese in un ruolo pubblico, loro non avrebbero permesso ad un governo di fare e dire tutto ed il contrario di tutto , loro non avrebbero permesso il 5% di tasse agli evasori scudati , loro non avrebbero permesso leggi sulla depenalizzazione del falso in bilancio , loro tutta l’ imondizia che noi abbiamo in politica non l’ avrebbero per nulla permessa …… nani , cerebrolesi, veline, agopunturisti pentiti “e pieni di debiti” , professionisti della politica, avvocati del premier, gente attaccata alle loro poltrone a ai loro benefits …… vergognatevi ci avete portato al declino e adesso venite a venderci che siete anche bravi … non vi crede più nemmeno il mio cane ….. Speriamo che prima o poi ve ne andate tutti a fanculo …. smettetela di affondare il paese dove volete portarci più in basos di così !!!!!

  2. l’unica cosa che avrebbe davvero intaccato i soldi dei ricchi (perché 150.000 € di reddito annui vuol dire essere ricchi cazzarola) è stat prontamente eliminata dalle mille mila pressioni di tutti gli “amici” della casta…inserendo una tassa (insieme alle altre 500.000 mila già presenti) ai poveri dipendenti pubblici.

    COMPLIMENTONI E STANDING OVATION.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...