Omicidio di Ventimiglia: i lettori del Giornale in delirio razzista contro i romeni.

Sull’omicidio di Ventimiglia, che vede coinvolto quello che il quotidiano ha prima chiamato un «branco» e poi un «gruppo» di romeni, alcuni lettori del Giornale (che no, non sembrano proprio troll questa volta) si esprimono a questo modo:

Evidentemente gli appelli della redazione non sono serviti a molto.

5 pensieri su “Omicidio di Ventimiglia: i lettori del Giornale in delirio razzista contro i romeni.

  1. Conosco rumeni a cui darei tranquillamente le chiavi di casa. Un muratore di mia fiducia in tutti i lavori che mi ha fatto l’ho lasciato tranquillamente entrare e uscire di casa. Non rompete il cazzo. Pensate a Berlusconi e tutta la sua corte dei miracoli o alla feccia vaticana. Quelli sono maiali da olocausto!

  2. Quo Vadis Il Giornale E Gli Stereotipi Contro I Romeni

    Sono un profugo romeno che vive negli Stati Uniti come cittadino, da oltre 28 anni. Sono un psicologo e uno scrittore, e sono molto fiero di avere imparato italiano in Italia.
    Infatti, senza Italia, non avrei mai sopravvissuto, perche quando la Romania comunista mi aveva rifiutato un trapianto di rene, e mi lasciava ad agonizzare per morire, Italia mi ha ricevuta, e la gente eccezionale dell’Ospedale Niguarda di Milano, mi ha trattato, e dato un trapianto di rene in 1984, il che mi ha salvato la vita.
    Gli articoli anti-romeni dal Il Giornale ( e non solo) sono atipici dell’anima italiana: essi sono degli articoli razzisti che crenno e perpetuano degli stereotipi negativi sugli romeni, mescolando una razza, e lingua indiana (degli zingari), con quella della la più vecchia razza europea (i tracci daco-romeni della Dacia) –dacia.org
    Questi articoli evitano sistematicamente di menzionare i romeni cha fanno i lavori intellettuali e manuali dell’Italia, e che sono una parte importantissima della società italiana.
    Ci sono dei vasti interessi domestici (caccia alle streghe ‘romene’ cosi che la gente non veda le crime commesse dagli politici italiani stessi, ogni giorno, con impunità), e/o stranieri (lobby ungherese e russo promossi particolarmente tramite i Comunisti , che vogliono sempre buttare spazzatura sui romeni,perché essi hanno pagato con sangue in 1989 la libertà dal Comunismo), che motivano questi “giornalisti” a lanciare delle campagne piene di bugie contro 35,000,000 di etnici romeni attraverso il mondo.
    Magari, questi “giornalisti” i cui materiali tendenziosi Il Giornale ecc pubblica, apparentemente senza revisione editoriale, con soggetti anti-romeni, vorrebbero informarsi come si sono sentiti gli italiani dagli Stati Uniti, quando la mass-media americana degli ani ’20-’40 trattava tutti gli italiani come Mafiosi, e criminali.
    Cioè ANCHE gli dottori, baby-sitter, artisti, operai, artigiani ecc degli Stati Uniti, che infatti erano puro…italiani.
    E i romeni di Italia? La stessa cosa, Anno Domini 2013.
    Per favore Il Giornale, ed altre pubblicazioni con articoli maliziosi anti-romeni, il secolo XXI non e’ gli anni 1920′: c’e’ l’internet, c’e’ flusso fra le popolazioni, c’e’ ALTRA mass-media e pubblicata, e virtuale, c’e’ ALTERNATIVA informatica.
    Quando scegliate di fare degli articoli razzisti, non fatte soltanto che perdere la vostra credibilità. Come giornalista e’ scrittore vi suggerisco il sistema di trattare la gente come INDIVIDUALI, evitare delle GENERALIZZAZIONI STEREOTIPE, e BILANCIARRE storie e casi negativi, con delle storie e casi positivi, su qualsiasi comunità che vorrete discutere.
    Questo per due ragioni:
    a) perché avete dei doveri di OGGETTIVITA come giornalisti, e come pubblicazione; e
    b) perché questo sarebbe il VERO spirito degli italiani che io ho conosciuto, e a cui devo la mia vita.
    Grazie!
    Gabriel Gherasim, New York
    Email: rodicaandgabriel@earthlink.net
    Autore Victims of Communism and Their Persecutors (Vittime Del Communismo ed I Loro Persecuttori)
    New-York USA
    You Tube Link:

    Essaay:
    http://www.religioustolerance.org/gherasim01.htm
    Biografia:
    Gabriel Gherasim è un psicologo geriatrico a New York. E ‘anche un corrispondente per gli Stati Uniti di varie pubblicazioni in lingua romena da Canada, Europa, Australia e Israele. Ha lavorato come: corrispondente di Radio Free Europe per il Nord Ovest Americano; come corrispondente romeno della Radio Televisione Romena (lo studio di Radio Targu Mures), e ha creato e sostenuto il primo programma radiofonico romeno nel Nord- Ovest americano del Nord sul KKEY 1150 AM a Portland.
    Ha un Masters in Psichologia nel Negoziazione, Mediazione e la Risoluzione dei Conflitti, presso la California State University (Dominguez Hill Campus).
    In replica la:

    http://www.ilgiornale.it/news/interni/folle-scambio-italia-romania-noi-i-criminali-loro-imprese-934829.html
    -Sursa de publicare: RumeniinItalia
    See more at: http://www.rumeniinitalia.it/immigrazione/quo-vadis-il-giornale-e-gli-stereotipi-contro-i-romeni/#sthash.bB34T0pm.dpuf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...