Ferrara al Tg1, «una certa libertà di tono».

Ferrara:

Tutti fanno i guasconi, tutti dicono che sono liberi. Io non faccio guasconate. Io sono un normale giornalista, sono un cittadino di questo Paese. Ho un temperamento e una certa libertà di tono. Sono schierato, direi che sono schierato. Santoro no, Lerner no, la Dandini no, Floris no: gli altri conduttori televisivi sono indipendenti e parlano a nome di tutti. Io invece sono un po’ schierato, lo confesso.

E infatti se ne è dimenticato uno: Minzolini.

Per fortuna che lui, quello di Radio Londra, ha «una certa libertà di tono».

Annunci

Un pensiero su “Ferrara al Tg1, «una certa libertà di tono».

  1. se il TG1 deve fare da traino a Ferrara , visto il calo di ascolti forse era meglio se Ferrara andava alla 7, se è Ferrara a dover fare da traino , sappia che chi è guarda Santoro Floris Lerner non guarda Minzolini , Paragone ,come forma di contestazione, e quelli che dovrebbero sostenerli guardano il grande fratello.
    auguri ferrara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...