Wikileaks: il documentario.

«Every release we do of material has a second message. And that is: we set examples. If you engage in immoral, unjust behaviour, it will be found out, revelead. And you will suffer the consequences» (Julian Assange).

[Fonte: Svt]

[In italiano nella traduzione del Fatto Quotidiano: parte 1, parte 2, parte 3]

Advertisements

4 pensieri su “Wikileaks: il documentario.

  1. Grazie per la segnalazione. E’ un documento molto interessante. A tratti brutale. Le stragi gratuite dagli elicotteri cancellano in un attimo mesi di dibattiti sull’opportunità e gli esiti degli interventi statunitensi di “esportazione della democrazia”. Chi sono i terroristi ? Chi arma i kamikaze islamici ? Siamo quotidianamente presi per i fondelli da un’informazione pilotata da guerrafondai. Grazie a Wikileaks e ha chi le dà voce.

  2. Seguo wikileaks quasi dalla sua fondazione…

    E non capisco…

    Ha pubblicato cose molto più “scottanti” in passato… il cabegate è una raccolta di “segreti di pulcinella” eppure hanno scatenato un putiferio.

    Poi non capisco la situazione tecnico-legale attuale di assange.
    E’ ACCUSATO di non aver usato il golfdone con due invasate consenzienti.
    A parte la ridicolità dell’accusa… è e resta un’accusa… non una condanna, non c’è processo e non c’è sentenza…
    Eppure ha già pagato una cauzione e vive in arresti domiciliari.

    L’innocenza fino a prova contraria nella nazione dell’ habeas corpus che fine ha fatto ?

    E poi cosa c’entra wikileaks con assange e la sua carenza di goldoni ?
    Perchè paypal\visa\mastercard bloccano fondi e transazioni ?
    Lo fanno così senza il mandato di un giudice?
    E’ legale tutto ciò ?

    Poi viene l’aspetto serio.

    Gli usa lo vogliono e il tutto sa di farsa montata da loro ma come faranno a processarelo se non è tradimento (applicabile a cittadini americani anzi forse solo ai dipendenti pubblici americani) e il LORO “primo emendamento” lo difenderebbe in toto ?
    A guantanamo per terrorismo e estorcere password\nomi ?
    Plausibile ?
    Condannato a morte ? Non ci credo. Farebbe cadere gli USA nel baratro, li isolerebbe definitivamente dalla comunità internazionale.
    Fargli capitare un incidente?
    Plausibile ma con la fama che gira ormai attorno al personaggio nn credo…
    Russia, Italia, Iran… a far fuori i giornalisti non farebbero fatica… ma gli USA… sarebbe la loro fine nn credo arriveranno a tanto.
    Lo costringeranno “solo” a fare nomi e password… sarà la fine di wikipedia, non di Assange e soprattuto non della Rete.

    Sapere è potere e più ne hanno tutti meno ne hanno i pochi.
    Ma la legge di fick sulla merda parla chiaro.
    Merda e verità prima o poi vengono sempre a galla anche se ci dovesse voler molto (viscosità!)

    E’ tutta questione di viscosità, oggi abbiamo wikileaks che è un ottimo fluidificante… pensiamo a domani…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...