Saviano? Secondo Il Tempo, è “arruolato” da Fini. Ma la lotta alla mafia è di tutti.

Il teorema de Il Tempo:

Dopo le polemiche di Silvio Berlusconi e Emilio Fede sull’autore di “Gomorra”, quello del presidente della Camera somiglia tanto ad un modo per smarcarsi. L’ennesimo. E così, l’incontro «fissato da tempo» si trasforma presto in uno schiaffo al premier. Anche perché alla fine i soliti ambienti vicini al presidente della Camera fanno sapere che Fini ha espresso «stima e considerazione» per Roberto Saviano. Che è come dire: Berlusconi ha fatto una cazzata enorme. Ma in modo più sofisticato.

Tradotto:

1. se non pensi che la mafia sia colpa di chi ne parla

2. se non pensi che chi parla di mafia ci fa fare “una brutta figura nel mondo” e dunque per questo andrebbe “strozzato”

3. se non sei d’accordo che chi parla di mafia “non serva a niente” e che anzi “non se ne può più

allora stai “arruolando” nella tua fazione politica chi combatte la mafia.

Anche se esprimi “stima e considerazione” nei suoi confronti. Anche se scrivi che “non si dà in pasto alla polemica politica quello che dovrebbe essere un patrimonio di tutti” (una regola aurea che, evidentemente, al Tempo hanno deciso di subordinare al cinismo politico). Tutto falso: è, in realtà, una mossa politica mascherata da gesto istituzionale. Visto che non rispetta il teorema, allora è mosso dal puro calcolo politico. Insomma, l’amore sta solo dalla parte di chi annuisce al premier.

Chissà se è proprio vero, come scrive Jacopo Iacoboni su La Stampa, che è tutta colpa della nostra italianità, perché “il dito indica la luna, e noi guardiamo il dito chiedendoci se è con noi o contro di noi“. Io, in questo caso, preferisco tagliare la vicenda con il rasoio di Occam: Roberto Saviano a Silvio Berlusconi e ai suoi sta (per qualche ragione) scomodo, mentre al resto d’Italia no. Ecco perché riceve plausi da destra (Fini e i finiani ma anche Facci e Socci su Libero) e sinistra (l’Espresso lo vedrebbe addirittura tra i potenziali futuri leader dell’opposizione).

E il divismo? Certo, una parte del paese se ne nutre a piene mani. Ma non serve fare di Saviano un eroe perché meriti di essere difeso dai teoremi assurdi del Tempo, che poi sono gli stessi di Berlusconi e di Emilio Fede: basta riconoscere nella lotta alla mafia un valore dello Stato e di ogni cittadino. Questa è la luna, e penso sia visibile e nitida a tutti pur tra le nebbie che il Cavaliere o chi per lui continua a spargere.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...