Gli omosessuali? Deviati, malati, anormali, patologicamente diversi. Parola di psichiatra.

11 settembre 2009

[L’omosessualità] è una patologia e quindi un grave disordine. Non è normale affatto, posso anche accettarla, nel senso che gli omossessuali vanno rispettati e non colpiti, ma da questo a farne cosa nella norma ci passa.

Esistono cause organiche, ma talvolta anche a scelte personali di vita, deliberate e volute. Una condotta comunque sempre contro ogni natura e disordinata.

7 dicembre 2009

Un tempo era senza dubbio vista da tutti come patologia. Poi, recentemente, prima la società americana di psichiatria e  dopo la organizzazione mondiale della sanità, la hanno cancellata.

Io ero e resto della convinzione che la omosessualità sia una patologia, una anormalità della sessualità e quindi un disturbo […] per disturbo si intende un distacco dalla realtà e non ci piove sul fatto che la sessualità abbia come primo e principale scopo la riproduzione della specie. Ora non è possibile questo evento nell’atto sessuale tra persone del medesimo sesso. Nessuno, tanto meno io, vuole fare delle discriminazioni, ma è così.

In parte ci potrebbero essere persone geneticamente predisposte alla omosessualità, ma non è detto, come altre patologie se quel virus, non mi riferisco alla omosessualità per virus, esploda oppure no. Ma omosessuali si diventa, ed il più delle volte, per libera e precisa volontà. In una società che ha perduto ogni valore etico.

22 gennaio 2010

La sessualità ha senso se volta alla procreazione. Il matrimonio ha una duplice sfera: umana e relazionale e sacra e liturgica. Fuori di questi campi è libertinaggio. L’omosessualità, nonostante il parere di altri colleghi, è una anormalità, una patologia e un disturbo che si traduce in malattia.

29 gennaio 2010

Gli omosessuali sono dei disturbati e come tali patologicamente rilevanti.

Io ho il diabete. Non mi offendo se qualcuno mi dice che sono malato, è la realtà. Bene, per quale motivo gli omosessuali si offendono se qualcuno, correttamente, parla di patologia. Peggio ancora di scelte deviate.

I gay sono soggetti patologicamente diversi e basta. Dei disturbati.

Il mondo moderno va avanti per lobbies ed oggi quelle più potenti ed influenti sono quelle massoniche, ebraiche, omosessuali. Insomma, come qualle dei tassinari a Roma. Se ti opponi, ti menano.

Parola di Francesco Bruno, professione psichiatra (e frequentatore di salotti televisivi).

Esatto, lui potrebbe curare voi

Questa la reazione dell’Arcigay. Taccio la mia per evitare querele.

Advertisements

41 pensieri su “Gli omosessuali? Deviati, malati, anormali, patologicamente diversi. Parola di psichiatra.

  1. Finalmente una persona che nello specifico non si aggrappa agli specchi!
    Sono i media e i Vip che inneggiano alla trasformazione qualunquistica nello specifico.Riportare alla normale chiarificazione le patologie di questo tipo, diventa una scelta coraggiosa ed efficiente

  2. purtroppo sono daccordo con lui..
    e la frase più giusta è “In una società che ha perduto ogni valore etico.” e per questo è diventata invivibile.
    La sessualità è atta alla riproduzione x natura… quindi tra 2 uomini o 2 donne è qualcosa che va contro natua.
    E non aggrappiamola all’ormai obsoleto “lo fanno anche gli animali… i cuccioli di cane e altre cose… noi non siamo animali… a meno che non si vglia accettare anche lo stupro… anche quello lo fanno gli animali…

  3. nel dsm 4 l’omossessualità non è più considerata malattia uno spsichiatra dovrebbe saperlo…….. a meno che sia troppo impegnato ad apparire un tv che a rileggersi il tomo

  4. Il signor Bruno è un incompetente che va in tv per la sua impreparazione che gli impedisce di avere un pensiero autonomo.Il diabete inizia come disfunzione e si cronicizza a CONDIZIONE.Può generare patologie,ma può anche essere controllato e consentire la vita.NON E’una malattia.E’una condizione con cui la vita fa i conti per svilupparsi nel tempo.La malattia è un raffreddore,che passa o l’innalzamento del livello di zucchero nel sangue,che può essere riportato a norma.Ma l’attacco autoimmune che ha generato il diabete(uno dei diabeti) porta la persona ad un diverso stile di vita,durante la quale non c’è più malattia.Come un gay,per cui lo stile di vita non è malattia,ma anche lui può avere un raffreddore ed ammalarsi.Un malato è il sig.Bruno.Che se studia può guarire.Proprietà che separa la malattia da una diversa condizione.Ah,Bruno:anche un gay,volendo può avere figli.Senza “guarire”.Credimi,meglio loro che te.

  5. e’ un cretino che ha conoscenze molto in alto dato che sta sempre in televisione come contraddittorio a tutto e se non erro stava sempre da Vespa a giocare con i plastici della villetta di Cogne, che persona inutile ha tanti capelli e peli in faccia perche’ non piu’ nulla nel cervello.

  6. Ecco, questi sono i medici che discreditano la psichiatria, oltre che se stessi. C’e’, con molta evidenza l’adesione al pensiero ecclesiastico, pieno di ipocrisia e Falsita’(perche’ dichiara il falso), mettendo insieme la massoneria, l’ebraismo e l’omossessualta’ (fusione e confusione di un pensiero corrotto che tenta di corrompere). La vita sessuale, con relativo godimento per gli esseri umani, non e’ da intendersi piu’ come funzione riproduttiva, essa come il cibo, come l’aria che si respira, migliora la qualita’ della vita, solo se non risulta avvelenata da inquinamenti chimici o di pensiero….

  7. Oltre al Sig. Bruno, che ormai tutti conosciamo per quello che è (cioè un deficiente), quelli che mi fanno paura sono glia ltri che la pensano come lui… Ce ne sono un paio anche fra i commentatori di questo post…

  8. dire “lo fanno anche gli animali” invece ha senso proprio nel momento in cui l’omosessualità viene vista come un disturbo psichico… ora, a meno che non vogliate attribuire anche a cani e scimmie una psiche tanto complessa e magari allora mandare anche loro in terapia, dovrete ammettere che il fatto che “lo fanno anche gli animali” è una prova del fatto che l’omosessualità non è un qualcosa di contro natura. il comportamente animale, non essendo un comportamente civile, è infatti esattamete l’emblema della natura! per quanto riguarda lo stupro… il paragone più idiota che si possa fare. Comunque scusate, ma dove sta scritto che il fine del sesso è la procreazione? riprodursi è uno dei fini del sesso, certo fondamentale, ma perchè non dovrebbe esserlo anche il puro piacere? se non la riusciamo a vedere così è perchè siamo terribilmente condizionati da una morale collettiva cristiana che ci inpedisce di mettere in duscussione troppe cose. detto ciò corncordo con enrico.. “quelli che fanno paura sono gli altri che la pensano come lui.. ce ne sono un paio anche fra i commentatori di questo post”. dare spazio in tv a certi elementi è rischioso appunt perchè si corre il rischio di nutrire l’ignoranza della gente comune…

  9. L’omossessualità è una scelta personale che non crea danno a nessuno, per questo va semplicemente rispettata, senza pretesa di dimostrarne la naturalità o meno. Essere e comportarsi da omossessuali è chiaramente un atteggiamento “naturale”, perchè si fa ciò che viene spontaneo fare. E’ questa la naturalità degli esseri umani dei nostri giorni, con buona pace di chi ha paura della confusione e dei cambiamenti che questo comporta e dice che questa è “una società che ha perduto ogni valore etico”. Mi sembra invece che parlare di omossessualità come una cosa naturale perchè esiste anche fra gli animali sia veramente un assist per chi dice che è una deviazione, aberrazione, malattia. Intanto l’accostamento fra il “sesso” come lo intendiamo noi e l’accoppiamento degli animali mi pare un pò azzardato, e poi mi sembra si parli di “atteggiamenti omossessuali” fra animali e non di “omossessualità”, il che credo significhi che gli animali non sono esclusivamente omossessuali come accade fra gli esseri umani, escludendo i bisessuali ovviamente. Non mi sembra una differenza da poco, significa che gli esseri umani scelgono di essere omossessuali, mentre gli animali si comportano come tali senza però tralasciare l’obiettivo della continuazione della specie. Insomma, lasciamo perdere i discorsi sul perchè dell’omossessualità e parliamo di cose serie, come i diritti delle coppie omosessuali, su cui ci sarebbe tanto di cui discutere.

  10. Lo farei volentieri, GiPi, ma il fatto che ci siano psichiatri che la pensano a questo modo ti fa capire il retroterra culturale su cui la battaglia per i diritti civili deve innestarsi. Un fattore di cui è meglio essere consapevoli, se si vuole avere una speranza di successo.

  11. Va bene che c’è la libertà di parola, sacrosanta, ma ci sono affermazioni che sono talmente false e dogmatiche che andrebbero almeno criticate, se proprio non vogliamo “censurarle” (nel senso di togliere loro ogni pretesa di autorevolezza). Quello che mi preoccupa non è che un tizio che fa prevalentemente perizie (e quindi non credo che segua pazienti, per fortuna) se ne esca con idee di due secoli fa, ammantate di scientificità, no, quello che mi preoccupa è che le Società scientifiche e i giornalisti scientifici non l’abbiano ridicolizzato o almeno smentito con decisione, facendogli fare la figura dell’ignorante (come minimo, no?). Perché questo non è solo (e tanto) un attacco all’omosessualità, ma un vero e proprio attentato alla scienza e alla psichiatria seria che è lontanissima dalle idee del dr. Bruno.
    saluti

  12. [..]“quelli che fanno paura sono gli altri che la pensano come lui.. ce ne sono un paio anche fra i commentatori di questo post”[..]
    IO QUINDI?
    Ora, che ci sia la politica del “facciano pure” per carità… tanto siete tutti abituati a “io faccio quello che voglio, perchè io sono io”. L’unica cosa che non siete abituati a rispettare forse sono le regole e il buon costume e a mantenere un atteggiamento DIGNITOSO con le persone che vi circondano. Non perlo NE’ di chiesa (che mi fa schifo) NE’ di politica (che mi fa schifo), non sono ne un “anziano” con mentalità “vecchia” ne non sono un bambino che parla tanto per parlare.
    I punti del mio commento sono in primis che non dobbiamo guardare quello che fanno gli animali… o meglio se vogliamo accettare ed emulare il comportamento “istintivo” degli animali va bene… vuol dire che, essendo quasi 90 Kg x quasi 1.80cm non mi abbasserò a compromessi… ma userò la mia forza per procacciarmi ciò che mi serve…. soldi, DONNE e tutto il resto… siamo animali no? il leone mica chiede alla gazzella prima di ammazzarla… ed inoltre… come è sempre stato il fenomeno dell’omosessualità è una nicchia… che come tale andrebbe considerata… non UN FENOMENO DI MASSA com’è adesso… il fatto è che ora è di moda essere trans, gay, bisessuali.. non ci sono piu ne santi ne madonne… la TV ci insegna che bisogna essere “come vogliamo” poco conta se la gente vuole fare schifo… bene fate quello che volete… lo farò anch’io e quelli come me… che ne hanno le palle piene di tutta la merda che si trova nelle strade… poi che vuole essere gay in casa sua… faccia pure il culo è il suo… ma stia lontano dalle scuole, dai posti pubblici, dal parlamento e da chi insegna ed è modello di “normalità”. Inoltre penso sia male anche l’adozione per le coppie gay… per un solo motivo… ogni bambino ha diritto alla sua MAMMA e al suo PAPA’… non a 2 mamme non a 2 papà… NE HA IL SACROSANTO DIRITTO… e se non li può avere farà i conti con la vita (suo malgrado) cosi come è sempre stato… e forse… dico FORSE… imparerà che nella vita i valori che contano sono LA FAMIGLIA, IL LAVORO, L’ONESTA’ e non il desiderio irrefrenabile di allattare… basta uomini che vogliono fare le donne e donne che vogliono fare gli uomini… il mondo non è arrivato fin qui per permettere agli uomini di comportarsi come le bestie… Se poi la normalità non vi piace fate quello che volete…. solo ricordate che lo faremo anche noi… PS ultimo ragionamento: chiedetevi perchè questi fenomeni si sono amplificati proprio nell’era della moda e del consumismo… gay è di moda, trans è di moda… altrimenti ce ne sarebbero la metà! non confondete la libertà con il liberismo… liberismo sono le libertà di ognuno di voi… libertà sono le libertà del vostro vicino di casa… che forse vi tira il culo se è lui che fa quello che vuole con vostro figlio!!!

    • partiamo dal presupposto che ognuno ha il diritto di esprimere le proprie opinioni…..
      1.dici che essere gay,trans ecc ai nostri tempi sia di moda e su questo concordo,ma allora non possiamo fare di tutta l’erba un fascio,dato che ci sono quelli che lo sono realmente.
      2.poi il discorso dell’istinto,francamente,non vale una mazza perchè se adesso la gente non va ad ammazzare per il cibo e non si comporta come gli animali è per l’evoluzione la civilazzazione e l’intelligenza….gli omosessuali mi sembra che rispondano ai propri gusti e bisogni,senza andare in giro a fare disordine,no?.
      3.dici che la tv ci insegna ad essere come vogliamo…la tv non ci insegna niente in tutti i casi,ed attenzione ESSERE SE STESSI non significa fare quello che si vuole….
      4. vorrei chiederti per te che cos’è la “normalità”che è un concetto indubbiamente astratto basato sullo stile di vita di ognuno…in germania a colazione mangiano pancetta e uova fritte cosa che per te non potrebbe essere normale…….per loro è tutto assolutamente normale.bisogna cercare un punto di vista oggettivo.
      5.i gay devono stare lontano dai luoghi pubblici??ti rendi conto che questo è omofobia allo stato puro,dal canto che tu stai negando diritti,e mettendo su un piano diverso omosessuali ed etero,forse non sai che sono persone UGUALI che meritano gli stessi diritti.
      6. “ogni bambino ha diritto alla sua MAMMA e al suo PAPA’… non a 2 mamme non a 2 papà… NE HA IL SACROSANTO DIRITTO… e se non li può avere farà i conti con la vita (suo malgrado) cosi come è sempre stato”….ci sono coppie etero che NON educano i figli e se ne infischiano altamente,e credo che per un bimbo avere 2 mamme o 2 papà non sarebbe di certo terribile quanto avere mamma e papà che se ne sbattono….ci sono molte persone che crescono con membri dello stesso sesso senza essere sposati;(magari con la mamma e la nonna,perchè il padre è scappato,ne ho conosciuti),e non mi sembrano infelici o ecc….e non dirmi che il discorso cambia perchè non sono compagne,stiamo parlando dei figli e la loro educazione.
      7.”se volete allontanarvi dalla libertùà fate pure”come ho detto questo è un discorso soggettivo e diverso per ognuno…
      8.l’omosessualità è normalissima anche se non potrà concordare con la tua idea di normalità.es. in alcune specie di animali le mamme divorano i figli.
      terribile=sicuramente si
      contronatura=sicuramente no
      non possiamo catalogare normale secondo il nostro punto di vista.
      9.sono donna e bisex,e ne ho le palle quadrate della gente come te che spara minchiate di dimensioni bibliche,e il tuo ragionamento è alquanto superficiale.
      e concordo con enrico!!!!!

  13. “Grazie, no! grazie no! grazie no!”
    Ma la domanda è: Mi devo curare? Prof. Bruno qual’è la cura?
    Devo violentare la mia psiche per andare con una donna?
    Devo praticare l’astinenza? Devo morire?
    O posso fare quel cazzo che mi pare senza tradire le mie inclinazioni ?
    Ed esser libero di “cantare, sognar sereno e gaio, libero, indipendente, aver l’occhio sicuro e la voce possente, mettersi quando piaccia il feltro di traverso, per un si, per un no, battersi o fare un verso! Lavorar, senza cura di gloria o di fortuna, a qual sia più gradito viaggio, nella luna! Nulla che sia farina d’altri scrivere, e poi modestamente dirsi: ragazzo mio, tu puoi tenerti pago al frutto, pago al fiore, alla foglia pur che nel tuo giardino, nel tuo, tu li raccoglia! Poi, se venga il trionfo, per fortuna o per arte, non dover dame a Cesare la più piccola parte, aver tutta la palma della meta compita, e, disdegnando d’essere l’ellera parassita, pur non la quercia essendo, o il gran tiglio fronzuto salir anche non’ alto, ma salir senza aiuto!” (Cirano di Bergerac)

  14. Davvero essere omosessuale o trans (operato) è di moda? Non me ne ero accorto; forse perché evito la trash-TV, o forse non vivo abbastanza in società, anche se non mi sembra che il trend si proprio quello anti-etero.
    Non lo so, forse sono io che non ragiono, ma è così difficile cercare di capire una semplice cosa?
    Una persona vuole bene ad un’altra, punto. Magari la ama. E magari così tanto da rischiare di “andare contro natura”, essere isolati, rinunciare ad una famiglia “normale”…
    Molte persone etero potrebbero provare amori molto meno intensi, poiché “è “normale” stare con una ragazza e se ci lasciamo che fa”.
    Diciamocelo con franchezza, sia l’amore che il sesso non sono assolutamente generalmente praticati con l’integrità ed il rigore morale tale da permettere ai più di poter puntare il dito sul comportamento sessuale altrui!
    Poi, il falso sentiero seminato da alcuni sull’ “essere trendy” forse presuppone che siamo un popolo di frequentatori di salotti televisivi, stilisti o commessi di negozi chic, e distoglie lo sguardo dalla situazione di moltissime persone comuni, che magari da adolescenti si sono scoperti “diversi” e hanno passato il loro personale inferno prima per capirsi accettarsi, avendo la testa piena di “normalità” imposta dal catechismo, dalla scuola, dagli amici, e poi per essere accettati, cosa che è difficile persino nel 2010…
    Se gli Italiani avessero un minimo minimo di mentalità scientifica saprebbero che la “norma” è un’operazione consultiva, ovvero essa è stabilita a poteriori analizzando un campione statisticamente rilevante; ovviamente è un fatto che la maggior parte delle persone sia etero (perché altrimenti forse ci saremmo estinti), ma questo non significa che lo si debba essere per tuffarsi di testa nella normalità, o che lo si debba ri-diventare a comando, o grazie a fantomatiche cure…

  15. Che l’omosessualità sia una inclinazione umana di tipo estremamente diffuso è una constatazione banalissima, lo dimostra chiaramente il fatto che in passato fosse generalmente praticata da tutti quando la società lo permetteva. Che poi lo pratichino anche gli animali dimostra che il termine “contro natura” è quanto meno inesatto. Che poi il sesso tra uomo e donna sia il modo che la natura ha messo a punto per tramandare la specie è altrettanto indubbio, ma se l’evoluzione non ha cancellato questa pratica vuol dire che non è poi così dannosa. Considerarla quindi “patologia” deriva quindi da considerazioni puramente ideologiche/religiose, ammesso che le 2 cose siano distinguibili. Al signor disilluso consiglierei poi un bell’approfondimento sul pensiero liberale, il libertario, il libertino ed il liberticida, di cui sembra un forse inconsapevole ma fiero promotore. E che se non vuole essere considerato alla pari di un bambino, dimostri di saper ragionare ad un livello superiore, se può.

    Michele Gardini

  16. del liberticidio? no assolutamente…
    del facciamo quel cazzo che vogliamo… meglio il liberticidio…

    se parliamo di estremi (MA DI ESTREMI NON CHE IO LI PROFESSI) volendo ragionare con il liberticidio si vive male… anzi si sopravvive a malapena forse, con il “facciamo quello che cazzo ci pare” si muore e basta…

    per chi evita la tv trash… dimmi cosa guardi dai… 1 solo programma VERO e non falsato dalla politica o roba simile… la tv insieme alle droghe è forse tra i più potenti mezzi di controllo della “plebe ignorante” quali noi siamo…
    e lo siamo! altrimenti non si speiga come facciamo a votare ancora e scegliere tra le prù grandi merde della nostra politica e le un pochettino meno più grandi merde… e ci sono ancora facisti comunisti nazisti e altri beceri capre che non hanno mai pensato di abdare a vedere come si vive dove il comunismo c’è! ma quello vero.. e c’è gente che confonde le democrazia con berlusconi e quindi non la considera… io ho un po’ di problemi con la terminologia forse… ma con il cervello no… sono anni che vi dicono “andate a votare, fate scheda nulla o no ma ANDATE A VOTARE” e gli italiani cosa fanno? vanno a votare e magari scheda nulla ma il voto lo danno! SMETTIAMOLA DI ANDARE A VOTARE!
    ma come dico sempre abbiamo il calcio il grande fratello i reality… e la cosa bella è che la gente ci crede… poi abbiamo grane con il lavoro, con le banche con le assicurazioni che ci fottono, siamo bamboccioni perchè con 800 fottuti € al mese non andiamo a vivere da soli e stiamo in casa… ci spillano ogni moneta che abbiamo in tasca deridendoci e la cosa di cui mi dedvo preoccupare è che cazzo è gay o chi non lo è? MA CHECAZZO ME NE FREGA! SIA GAY NELLA SUA CASA DI MERDA E CI SI IMPICCHI SENZA METTERLO SUL GIORNALE! ma che è gay ora deve spandre merda e farlo vedere a tutti no? non tenerselo per i fatti suoi… noooo….. via in strada a fare cortei… e allora non rompete il cazzo se qualcuno punta il dito…

  17. Pingback: Beati loro. « ilNichilista

  18. Pingback: Ecco gli omo « Milocca – Milena Libera

  19. Pingback: Ecco gli omo « Milocca – Milena Libera

  20. Pingback: Una scomunica per i politici credenti che “votano contro la morale cattolica”. « ilNichilista

  21. Pingback: Una scomunica per i politici che “votano contro la morale cattolica”. « ilNichilista

  22. Pingback: Una scomunica per i politici che “votano contro la morale cattolica” « www.nutrimente.org di Daniela Domenici

  23. Pingback: Una scomunica per i politici che “votano contro la morale cattolica”. « Critica Cronica

  24. Pingback: I gay? “Disturbati” e “patologicamente diversi”. Di nuovo. « ilNichilista

  25. E pensare che io che mi rosicchio le unghie ho un PROBLEMA di stress…probabilmente dovrei iniziare a buttarlo nel didietro a qualche bel maschietto per stress, in questo modo non avrei piu’ un PROBLEMA.
    Premettendo che conosco un bel po di omosessuali avendo un parente della mia eta’ che e’ dichiaratamente omosessuale e avendone discusso parecchio con lui e conosciuto gli amici, la grossa impressione, come qualcuno ha detto piu’ sopra, spesso e volentieri mi e’ sembrato piu’ per una moda e senso deviato della realta’ che per una vera e propria tendenza “genetica”.
    Credo comunque che esistano gay veri, che sono cosi’ per natura e non per moda o perche’ hanno subito traumi psicologici di qualche tipo.
    Detto questo posso quasi comprendere la necessita’ di voler affermare le coppie gay, il voler averle riconoscere legalmente, non fanno male a nessuno. Un po’ come chi si rosicchia le unghie, lo fa’, magari a qualcuno fa un po’ schifo, ma per fortuna non uccide. Certo da qui al voler avere bambini ne passa proprio.

  26. Beh, ho trovato una soluzione!!!! Gli omosessuali devono fare i preti cosi non vengono criticati e di nascosto possono trombarsi tutti i bambini che vogliono. Un ottima soluzione per fare ciò che si vuole senza che nessuno se ne accorga. Dopotutto, a quanto pare da queste affermazioni, meglio essere prete (omosessuale) che fa ciò che vuole (tanto nessuno vede e nessuno sa) che essere gay dichiarato che non fa nulla di male. Forse si, per lui sono più normali quei preti. Si sa che ormai sto tizio (di cui non so ne mi interessa il nome) rimane un babbeo datato, troppo fissato del medioevo e della chiesa per fare ragionamenti logici… se poi ci si mette anche l’età… xD
    In più milioni di scienziati hanno studiato l’omosessualità DECRETANDO che non è una patologia… arriva lui e decide il contrario… direi…. mhhmmm presunzione!? età? insomma c’è sicuramente qualcosa che non va in lui… ma che c’è frega direi, chi crede in ciò che dice sto tipo non sarebbe poi tanto colto(perchè non sarebbe poi così informato sulla VERITA’ e bersi le prime sciocchezze dette da un anziano fuori di senno non è poi un vero e proprio sinonimo di intelligenza). Certo, questo però non perdona la presenza di pazzi che professano pazzie in tv…

  27. Pingback: E se Pontifex fosse un esempio di trolling ecclesiastico? « ilNichilista

  28. Pingback: Matrimoni gay legali in Argentina? Che tristezza “una famiglia di culattoni”, colpa delle “lobby gay”, di “‘sti froci”. “Meglio camminare con le spalle al muro”. « ilNichilista

  29. Ma … chi ha scritto che lo stupro esiste in natura gli consiglio di leggere il libro “Instinto materno” della biologa e antropologa D. Harley. Prima di dire st****te e ca**te leggete i saggi dei veru scienziati! E non seguire buffoni come quelo “pschiatra”

  30. Pingback: “I gay malati e deviati, dobbiamo scoprire dove sono e identificarli”. Parola di sindaco. « ilNichilista

  31. Dio benedica uomini così coraggiosi da amettere verità così evidenti in un mondo in cui la vera Mafia è ormai non poter dire ciò che è.
    Prof. Francesco Bruno, uomo di verità e scienza, non si pieghi mai alle minacce di una cultura finta e prepotente. Grazie per la sua verità coraggiosa.

  32. Crudeltà è discriminare un’omosessuale e crudeltà è dire ad un’adolescente che per tante insicurezze che la vita gli ha dato: devi accettarti per quello che “senti”. La metà dei ragazzi vorrebbe avere una vita normale, con una ragazza da amare. Ma purtroppo, per colpa di un padre che non ha saputo essere padre, o per colpa di tante altri fattori che entrano in gioco, il suo rapporto con l’altro sesso è bloccato. L’errore più grande è di non dargli l’aiuto necessario per capirne il perchè, è dirgli va bene così, sei semplicemente gay. Quando basterebbero pochi accorgimenti per dare anche a lui tutto quello che serve per trovare la vera felicità. Si perchè voi benpensanti, che accettate l’omossessualità non sapete la sofferenza che c’è ditro a questa scelta. Non dovuta alla discriminazione, ma alla scoperta che l’amore idilliaco tra due umoni sparisce subito, quello che resta è un mucchio di rapporti sessuali, tradimenti, ecc..ecc… Quando arrivi a 40 anni
    sei discriminato, ma dagli stessi omossessuali, poichè non puoi già più competere con la “carne fresca e giovane” ti guardano già dall’alto in basso e quasi sicuramente sei solo, poichè tutte le relazioni tendono a spegnersi nel giro di 2 o 3 anni. Parlo per esperienza. Vorrei gridare a tutti gli psichiatri e psicologhi. Aiutate i ragazzi in tempo, quelli che chiedono
    aiuto non vogliono sentirsi dire di accettarsi per quello che “sono????????”. E’ la risposta più crudele che potete dare ad un giovane.

  33. Finalmente uno che anche se controccorente per il 2000 dice però le cose come stanno. È ovvio che non ci devono essere discriminazioni in particolare sui diritti di base, per carità nessuno dice di no a questo, ma da quì a non ammettere che non sia contro natura ce ne vuole.
    Purtroppo siamo nell’era che tutto è normale e “fa quel che vuoi, che male c’è” e quindi anche dire che un omosessuale è un malato diventa motivo di indignazione. Darla anche ai cani: che male c’è? Ammucchiate in 10-20: che male c’è? Tradimenti: che male c’è?
    Oggi è tutto lecito! Certo vedendola in quest’ottica un omosessuale è normale: tutto è normale. Allora oggigiorno bisognerebbe togliere dal vocabolario le due parle “Anormale” e “Normale”, tutto è normale non c’è più nemmeno il bisogno di avere il contrario.
    Però se è così normale e nemmeno contro natura nessuno riesce mai a spiegare perchè lo stesso corpo umano è strutturato ESCLUSIVAMENTE per essere accoppiato tra sessi diversi:

    1) per prenderlo nel culo c’è bisogno della vaselina e non come nella vagina che NATURALMENTE c’è la struttura di lubrificazione;

    2) tra sessi uguali non è possibile la riproduzione pertanto non sono portatori di vita, per fortuna non sono tutti gay altrimenti non stavamo nemmeno a discuterne ora visto che l’umanità si era già estinta da un pezzo;

    3) le donne non hanno un organo per penetrare un’altra donna e devono ricorrere ai giochini dei sexy shop, sarebbe NATURALE questo?

  34. A leggere questi commenti si resta allibiti. Tutti contro uno Psichiatra che dice le cose come stanno. Questo è il risultato della tolleranza lasciata senza controllo, proprio come quel medico che per pietà fece “la piaga puzzolente”. Sperare che ci sia ancora rimedio è il minimo che ogni soggetto sano e responsabile può fare. Con l’augurio che in questa società del cazzo in cui viviamo,possa tornare sana secondo le leggi della natura che DIO ha dettato. Certo è che da sola non può riuscirci, senza l’impegno di soggetti sani, immuni da qualsiasi malattia degenerativa e infettiva com’è quella dell’omosessualità.Le forze sane della società, possono solo sperare che il Buon DIO continui a dargli la salute, per continuare a combattere questo “flagello” che distrugge il proseguio dell’umanità e non aspettare irresponsabilmente che debba rimetterci le mani lui, come fece con “Sodoma e Gomorra”.

  35. Io posso dire solo quello che è successo a me. Ho represso la mia natura per 22 lunghissimi anni, incorporando l’ omofobia e vivendo di machismo. Ero un mostro che faceva sesso con le donne fingendo di amarle, perché era convinto che la sua fosse una malattia e un grave peccato che lo avrebbe condotto all’ inferno. Ho capito di essere cosi a 14 anni e ho avuto il mio primo partner a 35. Cosa dire? C’ è una mentalità che dice che sei anormale se lo fai e per essere normale basta non farlo. Io so solo che o vivo da solo o mi vedo con donne o ho partner del mio stesso sesso, un omosessuale sono e un omosessuale rimango. Sinceramente, di fronte a istituzioni e sistemi culturali che vogliono spingere noi altri alla depressione e al suicidio, la mia risposta è una sola : Guerra Totale! Senza quartiere e senza fare prigionieri. ..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...