Visti i precedenti.


Per evitare che qualche zelante sostenitore del rapporto tra “manuale del cyber-terrorista” e Facebook si faccia di nuovo avanti, consiglio una visita al profilo di Manolo Morlacchi che, a parte forse un paio di video di Pasolini sull’ “istintivo odio per lo Stato” (in cui peraltro si sostiene anche “con l’odio non si fa nulla“), non presenta alcun indizio di “attività eversiva”. 

Dell’accusa di appartenere alla Nuove Brigate Rosse si occuperanno le autorità competenti, tuttavia una cosa è certa: qui i social network non c’entrano. Come del resto è naturale: chi voglia agire senza farsi rintracciare (questo è il contenuto delle indicazioni fornite nel “manuale”) difficilmente opera su una piattaforma che mette in piazza ogni singola attività intrapresa

Una ovvietà che è meglio ribadire, visti i precedenti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...