La commemorazione di Craxi e la “falsa rivoluzione”.

Tutti i mezzi di informazione della rete diffondono oggi un resoconto della commemorazione tenutasi ad Hammamet per il decennale della scomparsa dell’ex leader del PSI Bettino Craxi. Tra le dichiarazioni, spicca

un grido dell’assessore di Reggio Calabria, Candeloro Imbalsato: “c’è tutta l’Italia in onore di Bettino Craxi, tutta l’Italia”.

Che, secondo Il Giornale, giustifica il titolo:

Ora, a prescindere dall’ovvia considerazione che non tutta l’Italia sia a favore della riabilitazione di Bettino Craxi (anzi), viene da chiedersi come sia possibile che nessun giornale si sia preso nemmeno la briga di verificare l’identità dell’assessore. Il cui nome è Candeloro Imbalzano, e non Imbalsato

contrariamente a quanto riportato da Repubblica

Il Giornale

Il Messaggero

e Ansa

Uno scrive, gli altri (amanuensi) copiano, formula (“e poi un grido…“) compresa. E noi dovremmo fidarci di questa gente per pronunciare un giudizio complessivo sull’intricatissima storia della fine della Prima Repubblica e della nascita della Seconda. Un dettaglio, certo. Eppure, lo dice la saggezza popolare, è lì che si annida il diavolo. E si giocano le riabilitazioni.

Lo confesso: per l’informazione italiana mi acccontenterei di una “falsa rivoluzione“.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...