La vergogna delle vergogne.

Il 13 settembre Fabio Vitali, Efrem Bellussi, Giampietro Finazzi e Luca Paris, vestiti di verde durante la festa della Lega Nord a Venezia (“non so se erano simpatizzanti della Lega”, dirà il capogruppo Alberto Mazzonetto), prendono a bastonate, pugni e calci Ervin Doci e un collega. In centro città. In pieno giorno. Dopo aver messo a soqquadro l’intero ristorante “La Bricola” in cui i due lavorano.

Oggi per loro si parla dei reati di lesioni, danneggiamento e furto, con l’aggravante dell’odio razziale. Questo video di YouReporter mostra lo stato in cui versano il volto di Ervin e il mobilio del locale.

Dopo tutti i discorsi sul clima d’odio, su Tartaglia “vicino ad ambienti del social network” (Bruno Vespa), su quelle “pericolose armi in mano a pericolosi delinquenti” (Gabriella Carlucci), sui gruppi “più pericolosi degli anni ’70” (Renato Schifani) e sulla rete “spazio di violenza, di associazioni per delinquere, strumento per spaccio di droga” (Maurizio Gasparri) mi chiedo: quanto è accaduto a Venezia è colpa di Facebook?

Nota a margine: provate a immaginare se invece che alla festa della Lega Nord il pestaggio fosse avvenuto al No Berlusconi Day

Qual è adesso “la vergogna delle vergogne dell’Italia”, onorevole La Russa?

Annunci

6 pensieri su “La vergogna delle vergogne.

  1. Si,la notizia è vecchia, mi ricordo quando uscì sul Messaggero, ma passò praticamente sotto silenzio dei media mainstream (tranne forse quei terroristi di Repubblica, ma non ne sono sicuro). Del resto il nazipadanismo è stato da tempo sdoganato, al parlamento europeo siede un personaggio che va ai raduni dei partiti di estrema destra a spiegare che il modo migliore di sdoganare il fascismo è travestirlo da regionalismo http://www.youtube.com/watch?v=lk8vpuajKGc, e la tradizionale smemoratezza italica fa il resto. Poi come sempre qualche rompicazzo non si vuole rassegnare: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/moderazione-modello-carroccio/2118007/18 . Guarda il caso, al momento i più convinti nel volere “regolamentare” la rete sono i leghisti…

    Michele Gardini

  2. Pingback: Un brutto paradosso. « ilNichilista

  3. Pingback: Shamepedia (piccolo spaccato dell’Italia odierna) « Marco Bani

  4. Pingback: Shamepedia (piccolo spaccato dell’Italia odierna) « Blog del circolo online del PD “Barack Obama”

  5. Pingback: Razzismopedia – per rinfrescarci la memoria | Marco Bani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...