Beatrice Borromeo risponde a “ilNichilista”: “l’Italia è al primo posto in Europa per il consumo di cocaina, lo dicono gli esperti”.

02144731g

Beatrice Borromeo replica, via mail, all’articolo in cui sostengo che i dati forniti dall’Osservatorio europeo sulle droghe (Oedt) non dicano che l’Italia è al primo posto in Europa per quanto riguarda il consumo di cocaina. Contrariamente a quanto da lei affermato sul Fatto Quotidiano del 6 novembre.

Ecco ciò che scrive Beatrice Borromeo:

Caro Fabio, ho letto il tuo blog e vorrei chiarire alcuni punti. Preparando l’articolo sulla cocaina ho avuto modo di parlare a lungo con Guido Blumir, il sociologo che cito anche nel pezzo. E’ uno dei massimi esperti in materia, ha scritto numerosi libri e l’avevo già conosciuto ad Annozero: insomma, è una persona che gode della stima e della fiducia di grandi giornalisti con cui lavoro o ho lavorato, perché è serio e competente. E’ stato lui a spiegarmi che in Italia gira molta più cocaina di quella che viene calcolata nelle statistiche ufficiali. Questo accade proprio perché la ‘ndrangheta ha monopolizzato il mercato e, come si sa, la sede principale è in Calabria. Si parla di 100 tonnellate di coca per un giro d’affari da 30 miliardi di euro l’anno, e i consumatori, secondo molti esperti, sono più di due milioni di persone. Dall’Italia, in più, partono ingenti quantitativi destinati al nord Europa, su questo c’è un’indagine in corso che dovrebbe dare presto dei risultati importanti. Considerando la quantità di droga che gira, rapportata al numero degli abitanti, Blumir è in grado di sostenere che siamo il primo paese in Europa in questa infelice classifica. I titoli purtroppo semplificano i concetti, che però sono espressi nell’articolo: la titolazione non dipende quindi solo dalla ricerca fatta dall’osservatorio sulle droghe, ma anche dagli studi degli esperti con cui ho parlato, sintetizzati dal dottor Blumir. Spero di essere stata esauriente, ma se avessi altri dubbi sono a disposizione per chiarirli. Ciao e buon lavoro

Beatrice

La mia replica:

Cara Beatrice,

ti ringrazio per il chiarimento. Che mi ha permesso di comprendere perché, secondo Il Fatto, l’Italia sarebbe il primo paese in Europa quanto a consumo di cocaina. 

Un paio di precisazioni:

1. l’articolo, è vero, contiene i pareri di Blumir; tuttavia contiene anche le seguenti affermazioni:

“L’Italia, secondo i dati dell’Osservatorio europeo sulle droghe (Oedt), pubblicati ieri, è il paese in Europa che consuma più cocaina”

e

“Nella classifica dell’Osservatorio europeo delle droghe, l’Italia è seguita a distanza ravvicinata da Danimarca, Spagna, Irlanda e Regno Unito”

che con i pareri di Blumir hanno poco (nulla) a che fare. Leggendo il documento non ho trovato, come scritto sul mio blog, alcun passaggio che le giustifichi. Alle stesse conclusioni è giunto anche Il Corriere della Sera.

2. Tu stessa scrivi: “la titolazione non dipende quindi solo dalla ricerca fatta dall’osservatorio sulle droghe, ma anche dagli studi degli esperti con cui ho parlato, sintetizzati dal dottor Blumir”, che mostrerebbero “che in Italia gira molta più cocaina di quella che viene calcolata nelle statistiche ufficiali”. Ora, non ho certo la pretesa di smentire questa affermazione né di contestare il lavoro degli esperti (non ne ho la competenza); tuttavia mi sento di poter concludere che dal tuo articolo non sia affatto chiaro che è proprio tale parere, e solo tale parere (visto che – come detto – il documento dell’Oedt non sostiene affatto che l’Italia sia al primo posto per il consumo di cocaina), a giustificare il titolo di prima pagina. 

Ti chiedo dunque di mostrarmi i passaggi della relazione dell’Oedt che giustificherebbero le affermazioni “incriminate” oppure, se non ti fosse possibile, di rettificarle sul Fatto nei prossimi giorni. Penso che i tuoi lettori, esigenti quali sono, se lo meritino. Anche perché, come avrai constatato tu stessa leggendo i commenti al tuo pezzo su l’AnteFatto, nonostante non ne condivida il tono, sono giunti alle mie stesse conclusioni. 

Ringraziandoti nuovamente per la disponibilità e la gentilezza ti auguro buon lavoro,

f.

A cui Beatrice ha risposto a questo modo:

sarà fatto! a presto

Non avendo letto alcuna rettifica sul Fatto, attendo che Beatrice mi mostri i passaggi del documento dell’Oedt che giustificano le affermazioni contenute nel suo pezzo.

 

Annunci

4 pensieri su “Beatrice Borromeo risponde a “ilNichilista”: “l’Italia è al primo posto in Europa per il consumo di cocaina, lo dicono gli esperti”.

  1. Pingback: Marco Travaglio “nella polvere”: la domanda di un imbecille. « ilNichilista

  2. Caro Fabio,
    mi spiace perché le tue argomentazioni sono state acute e non è mai venuta a mancare cortesia nei confronti di Beatrice Borromeo.
    Ma soprattutto mi spiace vedere il “soccorso” di Travaglio che, sebbene sia un giornalista valido e coraggioso, è stato decisamente rindondante e fuori luogo (aveva già detto tutto Beatrice..).

    Complimenti per il blog!

  3. Pingback: Fatti, opinioni e gli “imbecilli” di Travaglio « … e il perseguimento della Felicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...